Netflix non teme la concorrenza: 8,8 milioni di nuovi abbonati

Un tema ricorrente negli scorsi mesi: Netflix rischia grosso con l’avvento dei tanti nuovi servizi di streaming di contenuti cinematografici e televisivi. Disney+, solo negli Stati Uniti, conta già svariati milioni di abbonati. Apple TV+ forse non ha avuto ancora tutto questo successo, ma vista l’introduzione graduale di contenuti può darsi che si comporti più come un “diesel”. Ma non solo sono questi a tentare di insidiare il trono di Netflix: prossimamente arriveranno anche HBO Max di Warner Bros. e Peacock di NBCUniversal. Per non parlare di Prime Video, che in questo 2020 rischia di pubblicare dei contenuti davvero niente male.

Sta di fatto che proprio Netflix ha pubblicato in queste ultime ore i risultati finanziari del Q4 del 2019, gli ultimi 3 mesi dell’anno passato insomma. Risultati davvero incredibili: 8,8 milioni di nuovi abbonati, per un totale di 167 milioni di abbonati in tutto il mondo. Di questi circa 67 sono americani, i rimanenti 100 sparsi in tutto il mondo. In Italia dovrebbero essercene circa 2 milioni. Anche i ricavi sono più rosei del previsto: 5,47 miliardi di dollari, superiori alle stime degli analisti.

Non sappiamo insomma quali siano le previsioni per il 2020, ma per il momento Netflix sembra cavarsela anche meglio del previsto. Non solo: una sua recente produzione ha battuto ogni precedente record, anche se prima di arrivarci è necessaria una doverosa precisazione. Per calcolare quanti spettatori hanno visionato un contenuto presente in catalogo, la società ha deciso di utilizzare una nuova metrica ispirata ai modelli utilizzati da YouTube, da iPlayer di BBC e dal The New York Times.

Un contenuto risulta “Visto” se un utente lo ha guardato per almeno 2 minuti. Il periodo di 2 minuti è stato scelto da Netflix perché sufficientemente indicativo della volontà di uno spettatore di guardare quel determinato contenuto in quel determinato momento. Prima di questa nuova metrica un contenuto di una serie TV risultava “Visto” se l’utente aveva guardato almeno il 70% di un episodio di una stagione.

Fonte: AndroidWorld