Per Facebook le curve di Power Mac G4 sono troppo osé

Per i filtri automatici di Facebook Power Mac G4 (qui un reportage storico di Macitynet del 2002) mostrato in fotografia è un contenuto inappropriato anzi, di più, scandaloso. L’episodio curioso e divertente è segnalato da un utente che vuole vendere lo storico computer desktop professionale di Apple pubblicando alcune foto sul social. Ma completato l’upload di una fotografia il sistema automatico di filtri blocca la pubblicazione e visualizza un messaggio in cui si avvisa l’utente che il contenuto è troppo esplicito.

Non è dato sapere come e perché secondo il sistema di Facebook Power Mac G4 è troppo osé. Forse le curve sinuose di Mac G4 fanno arrossire l’intelligenza artificiale di Facebook. Questa una delle battute più gettonate dall’utente che segnala l’accaduto e anche da alcuni altri utenti in risposta.

Una delle ipotesi suggerite più plausibili forse è che i colori caldi della parete dietro il Mac potrebbero aver tratto in inganno l’intelligenza artificiale che filtra le foto prima della pubblicazione, magari confusi con foto esplicite.

Una cosa è certa: il design di molti Mac e prodotti Apple fa parlare di sé anche a distanza di anni. Per gli appassionati il Power Mac G4 ritratto nella fotografia proibita, episodio segnalato da un lettore del forum di MacRumos, è una macchina del 2002 e segna l’ultima versione di questo chassis.

Viene anche indicato come il modello Mirror Drive Doors per il rivestimento a specchio delle unità ottiche nella parte centrale e frontale, riconoscibile anche per le quattro grandi feritoie per il raffreddamento visibili sempre nel frontale in basso.

In quegli anni Apple stava portando al limite i processori PowerPC G4 e faceva il possibile per raffreddarli: sul retro di questa macchina sono visibili innumerevoli fori di aerazione. Osservandoli da vicino sembrano una prima versione 2D piatta di quello che poi Apple ha realizzato in forma 3D molto più sofisticata per il nuovo Mac Pro 2019 in arrivo entro la fine di quest’anno.

Fonte: macitynet.it